Home >Documents >116 alef guida-sicurezza luoghi lavoro multilingua

116 alef guida-sicurezza luoghi lavoro multilingua

Date post:01-Jul-2015
Category:
View:231 times
Download:3 times
Share this document with a friend
Transcript:
  • 1. Associazione Lavoratori Emigrati del Friuli Venezia GiuliaGUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO GUIDE TO SAFETY IN THE WORKPLACE GUIDE DE LA SCURIT AU TRAVAIL UDHZUHES MBI SIGURIMIN N VENDIN E PUNS UPUTE ZA SIGURNOST NA RADNOM MJESTUGHID PENTRU SIGURAN A LA LOCUL DE MUNC

2. GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVOROIl presente opuscolo vuole essere unutile guida per lavoratori,lavoratrici, datori di lavoro e i soggetti collegati al mondo dellavoro.Le informazioni contenute tracciano una linea guida sinteticaed essenziale sulla base del contenuto del Testo unico sulla Si-curezza sul Lavoro (noto anche come TUSL).Il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro linsieme delle normecontenute nel Decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 che, inattuazione dellarticolo 1 della Legge n. 123 del 3 agosto 2007,ha riunito tutte le svariate disposizioni e normative in materiadi sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, cercando di ricavarneun testo unico e armonizzato.ITA 3. IL DATORE DI LAVOROE il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavo-ratore.Ha la responsabilit dellorganizzazione dellimpresaed esercita i poteri decisionali e di spesa.Gli Obblighi Deve garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori; Verifica che vengano osservate le misure generali di tutela e rispettate le nor-me sulligiene e la sicurezza dellambiente; Istituisce il Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale, designa il suo re-sponsabile egli addetti; Designa i lavoratori incaricati del pronto soccorso, dellantincendio, e gestio-ne dellemergenza, previa adeguata formazione; Nomina il medico competente; Informa e forma i preposti, i lavoratori e il rappresentante dei lavoratori per lasicurezza; Consulta il rappresentante dei lavoratori nei casi previsti Effettua la valutazione globale di tutti i rischi presenti in azienda compresa 3lanalisi del carico di lavoro; Elabora il documento di valutazione dei rischi, le misure di prevenzione e ilprogramma per la loro attuazione considerando anche i rischi riguardanti lelavoratrici madri, le differenze di genere, di et, di nazionalit; Convoca la riunione periodica.Inoltre il datore di lavoroAggiorna le misure di prevenzione; adotta le misure adeguate per controllare leROsituazioni di rischio etutelare anche la salute della popolazione e dellambienteesterno; adotta le misure per la prevenzione incendi e la gestione dellemergenza;fornisce ai lavoratori i necessari e idonei mezzi di protezione; permette ai lavo-HRratori, tramite il loro Rappresentante, di verificare lapplicazione delle misure disicurezza e protezione della salute; tiene un registro degli infortuni.SHQFRAENGITA 4. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE IL MEDICO COMPETENTE la persona scelta dal Datore di Lavoro per coordina- Collabora con il Datore di lavoro alla valutazione deire il servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi pro- rischi ed effettua la sorveglianza sanitaria dei lavora-fessionali in azienda. tori.Gli Obblighi I Compiti Individua e valuta i fattori di rischio; Informa i lavoratori sul significato e sullesito delle visite mediche; Individua ed elabora le misure di prevenzione e protezione, le procedure di Istituisce le cartelle sanitarie del lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria;sicurezza e i sistemi di controllo relativi; Informa il datore di lavoro, il responsabile del servizio di prevenzione e prote- Informa i lavoratori sui rischi generici dellazienda, sui rischi specifici relativi alla zione e i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza dei risultati degli accer-loro mansione, sulle misure di prevenzione, sulle sostanze pericolose utilizzate,tamenti effettuati, in forma anonima e collettiva;sulle procedure riguardanti lantincendio, lemergenza, il pronto soccorso e sul- Collabora con il datore di lavoro alla definizione ed alla applicazione dellela organizzazione della sicurezza in Azienda;misure di prevenzione e protezione; Propone i programmi di informazione e formazione dei lavoratori. Riceve dal datore di lavoro tutte le informazioni inerenti i processi produttivi e i rischi connessi allattvit produttiva lavorativa;Nelle aziende di piccole dimensioni e con i rischi ridotti il compito di Responsabi- Esprime giudizi di idoneit dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria;le del Servizio di Prevenzione e Protezione pu essere assunto direttamente daldatore di lavoro previo specifico corso di formazione. Contro tale giudizio il lavoratore pu ricorrere, entro 30 giorni, alle strutture del4servizio sanitario nazionale.5 Effettua sopralluoghi nei luoghi di lavoro. La presenza del Medico Competente obbligatoria solo in presenza di rischi che richiedono la sorveglianza sanitaria.ROHRSHQFRAENGITA 5. I LAVORATORI IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZAPersone che, indipendentemente dal tipo di contratto,E eletto o designato in tutte le aziende o unit produt-svolgono attivit lavorativa con o senza retribuzione. tive per rappresentare lavoratori in merito ad aspettiDevono prendersi cura della propria salute e sicurezza di salute e sicurezza sul lavoro.e di quella delle altre persone presenti nei posti di la- I Dirittivoro su cui possono ricadere gli effetti delle loro azioni Ha libero accesso ai luoghi di lavoro e alla documentazione aziendale relativao omissioni.alligiene ed alla sicurezza, su precisa richiesta al datore di lavoro; Promuove iniziative e fa proposte in materia di prevenzione e protezione;Gli Obblighi Avverte il responsabile aziendale dei rischi da lui individuati; Osservano le disposizioni e le istruzioni ricevute; consultato preventivamente su: Utilizzano, in maniera corretta, macchine, impianti, attrezzature, dispositivi di Programma di prevenzione e protezione;sicurezza e mezzi di protezione; Designazione del responsabile e degli addetti del servizio di prevenzione e Segnalano immediatamente al datore di lavoro o al dirigente le deficienzeprotezione;dei mezzi di protezione ed eventuali situazioni di pericolo; Designazione del medico competente; Partecipano ai programmi di formazione e addestramento organizzati dal da- Riceve informazioni provenienti dagli organi di vigilanza;tore di lavoro; Formula osservazioni in occasione delle visite ispettive; Non rimuovono o modificano i dispositivi di sicurezza; Riceve una formazione adeguata;6 Non compiono operazioni o manovre che non sono di loro competenza; Dispone dei permessi e degli strumenti necessari per svolgere la sua attivit; 7 Si sottopongono ai controlli sanitari; Riceve copia del documento di valutazione del rischio su richiesta. Contribuiscono, insieme al datore di lavoro, e ai dirigenti e preposti, alladem-pimento degli obblighi posti a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di Il numero dei delegati, i permessi, gli strumenti, le modalit ed i tempi della sualavoro.formazione sono stabiliti in sede di contrattazione collettiva.I DirittiIn alcuni contratti nazionali prevista la figura del RLSSA (Rappresentante dei Sono formati ed informati in merito ai rischi generali e specifici, alle norme di Lavoratori per la Sicurezza, Salute e Ambiente) che sostituisce il RLS nelle funzioni tutela, alle misure di prevenzione e protezione;sopra indicate. RO Eleggono il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza; Oltre alle funzioni del RLS, il RLSSA interviene sulle seguenti tematiche, rispetto Hanno il diritto di lasciare il posto di lavoro in caso di pericolo grave e imme- alle quali lazienda dovr fornirgli apposita formazione/informazione: diato o di prendere le misure pi idonee per evitarne le conseguenze. Tutela dellambiente; HR Programmi di miglioramento delle prestazioni ambientali; Sviluppo dei sistemi di gestione. SHQ FRA ENG ITA 6. IL PROCESSO DI REALIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE E PROTEZIONEINFORMAZIONE, FORMAZIONE E ADDESTRAMENTOLelemento cardine del sistema di prevenzione e prote- Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza,zione aziendale del D.Igs 81/08 lobbligo della valu-i lavoratori incaricati del pronto soccorso, antincendiotazione del rischio a carico del datore di lavoro. ed evacuazione e i preposti hanno diritto ad una for- mazione specifica. Il Datore di lavoro Ogni lavoratore deve essere informato su: Ha doppia responsabilit I rischi presenti nei luoghi di lavoro e quelli specifici a cui esposto; Le misure di prevenzione; La normativa di sicurezza e le disposizioni aziendali; I pericoli connessi alluso di sostanze e preparati pericolosi; I nominativi del responsabile del servizio di prevenzione e protezione azien-dale, del medico competente e degli addetti ai servizi di emergenza, pronto Processo di valutazione Elaborazione del documento disoccorso ed antincendio. del rischioValutazione del rischio (DVR) Ogni lavoratore deve essere formato in maniera adeguata e sufficiente su:NOVITA Il sistema di prevenzione e protezione aziendale, le procedure utili allacquisi-8 Analisi dei rischi a matrice (i rischi tradizionali, es. chimico, fisico zione di competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti (le 9ecc, si intersecano con let, il genere, lo stress lavoro-correlato,procedure di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori) inlappartenenza ad altri paesi) azienda e per lidentificazione, la riduzione e la gestione dei rischi Ogni lavoratore deve essere adeguatamente addestrato su: Luso corretto delle attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi diprotezione individuale, procedure di lavoro.Elaborazione del DVRROM La formazione, che va ripetuta periodicamente, deve avvenire allatto della assun- RO zione, in caso di trasferimento o cambio di mansioni o di introduzione di nuove Misure di tutela (procedure per lat- tecnologie o cicli di lavoro.CRO HR tuazione del DVR e ruoli di chi deve provvedere) La formazione dei lavoratori, degli addetti e del Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza un obbligo in capo al Datore di lavoro e deve essere effettuata inSHQALBProgrammaz

Click here to load reader

Embed Size (px)
Recommended