Home >Technology >Contracts & Extensions: allargare i confini della propria applicazione ([email protected])

Contracts & Extensions: allargare i confini della propria applicazione ([email protected])

Date post:06-Dec-2014
Category:
View:735 times
Download:3 times
Share this document with a friend
Description:
Con Windows 8 le applicazioni escono finalmente dal proprio guscio e lavorano in collaborazione con le altre e con i sistema operativo. Grazie ai Contract e alle Extension non è più necessario "reinventare la ruota" per consentire all'utente di personalizzare le impostazioni, effettuare ricerche, condividere informazioni, selezionare file da sorgenti locali e remote. Il sistema operativo diventa così una vera federazione di applicazioni.
Transcript:
  • 1. Contracts & Extensions:allargare i confini della propria applicazione Giorgio Di Nardo blogs.ugidotnet.org/akelitz [email protected] @akelitz
  • 2. Grazie agli sponsor
  • 3. AgendaContracts & Extensions Luovo di colombo o la scoperta dallacqua fredda?Search Scatena il segugio che c in te!Share Scopri perch in Windows 8 1+1>2Settings Tutte le impostazioni al posto giusto
  • 4. Contracts & Extensions: cio? Contracts Accordo tra due app per fornire e consumare uno dei servizi previsti in Windows 8 Definisce i requisiti che le due app devono soddisfare per interagire tra loro Extensions Accordo tra un app e Windows 8 Consente di estendere e personalizzare le funzionalit base di Windows 8 nella propria app
  • 5. Contracts & Extensions: quali? Contracts Extensions Cached file updater Account picture provider File picker Background tasks Play To Camera settings Search Contact picker Settings File activation Share Game Explorer Print task settings Protocol activation SSL/certificates
  • 6. Search: il punto di vista dellutenteScatena il segugioche c in te! Demo
  • 7. Search: obiettivi Far apparire lapp tra quelle che supportano la ricerca nello charm Search Effettuare la ricerca sia quando lapp aperta che quando chiusa Mostrare i suggerimenti e tenere traccia dello storico
  • 8. Search: il punto di vista dellosviluppatoreScatena il segugioche c in te! Demo
  • 9. Come implementare la ricerca Utilizzate lo charm Search per consentire agli utenti di cercare nel contenuto dellapp Se la ricerca un prerequisto per luso dellapp, aggiungete unicona di ricerca nellapp Se la ricerca lo scopo principale dellapp e volete fornire suggerimenti approfonditi, aggiungete una UI di ricerca personalizzata
  • 10. Come non implementare la ricerca Se la ricerca non lo scopo principale della propria app, non aggiungete una UI di ricerca nellapp In ogni caso non mettete la UI di ricerca nellApp Bar Non utilizzate lo charm Search per aggiungere funzionalit di find-in-page" alla vostra app
  • 11. Linee guida per la UX: query suggestion Fornite sempre query suggestion per velocizzare la ricerca degli utenti I query suggestion dovrebbero contenere il testo parziale inserito dallutente I query suggestion dovrebbero riflettere i risultati che lapp pu fornire Se lutente seleziona un query suggestion, caricate direttamente la pagina dei risultati relativi al query suggestion selezionato
  • 12. Linee guida per la UX: result suggestions Se volete suggerire un risultato preciso e ben definito, fornite un result suggestion Un result suggestion consiste in unimmagine, un titolo e una breve descrizione Se lutente seleziona un result suggestion, caricate direttamente il dettaglio del result suggestion selezionato, senza passare per la pagina con i risultati della ricerca
  • 13. Linee guida per la UX: suggestion &placeholder Fornite al massimo 5 suggestion, lo charm non ne mostrer di pi in ogni caso Non usate le suggestion per filtrare o definire il campo di applicazione dei risultati Per chiarire allutente che tipo di testo pu inserire, usate un placeholder per il campo di ricerca dello charm Search
  • 14. Linee guida per la UX: risultati Mostrate allutente il testo ricercato Evitate di mettere risultati rilevanti vicino al bordo destro dello schermo Consentite allutente di filtrare i risultati Evidenziate il motivo per cui un particolare elemento incluso nei risultati Consentite allutente di tornare alla pagina precedente ai risultati della ricerca
  • 15. Linee guida per la UX: type-to-search Abilitate il type-to-search Nella pagina principale dellapp Nella pagina che mostra i risultati della ricerca Disabilitatelo in tutti i casi in cui possa creare confusione per lutente Quando sulla pagina ci sono input box Quando la pagina implementa il find-in-page Quando la pagina presenta dati ristretti ad un certo ambito
  • 16. Rispondere allattivazione per Search Assicuratevi di gestire appropriatamente la ricerca per un testo vuoto Salvate lo stato precedente allattivazione dellapp per Search Prestate attenzione al passaggio dallo stato Snapped al FullScreen in fase di attivazione Salvate risultati e filtri dellultima ricerca in caso di una successiva chiamata identica
  • 17. Share: il punto di vista dellutenteScopri perch in Windows 81+1>2 Demo
  • 18. Share: la matematica di Windows8 Mail Foto News Twitter
  • 19. Share: come funziona Source App Share Broker Target App Registra levento Lutente seleziona Share: In fase di installazione si DataRequested del Levento DataRequested registra come Share Target DataTransferManager viene inviato allapp attiva attraverso la dichiarazione nel manifest Riceve levento Filtra la lista delle TargetDataRequested e riempie Apps e dei QuickLinks il relativo DataPackage Lutente seleziona la Target Viene attivata per lo sharing App o il QuickLink Attiva la Target App in Elabora il contenuto del modalit shareTarget DataPackage Memorizza leventuale Comunica il completamento Il DataPackage vive nel QuickLink resituito dallapp delloperazionecontesto della Source App
  • 20. Share: cosa condividere La chiave per condividere contenuti nel DataPackage esposto dal DataTransferManager possibile condividere: Un testo Un link (Uri) Un contenuto formattato (HTML) Uno o pi file (StorageItems) Un immagine (Bitmap) Pi immagini (StorageItems)
  • 21. Share: il punto di vista delprogrammatoreScopri perch in Windows 81+1>2 Demo
  • 22. Linee guida per lo Share: Source Quando possibile aggiungete il link alla versione online del contenuto locale Rispettate la selezione fatta dallutente Usate le propriet del DataPackage per corredare il pacchetto di informazioni utili Comunicate allutente quando e perch lo Share non possibile Non serve se lapp non supporta affatto lo Share

Click here to load reader

Embed Size (px)
Recommended