+ All Categories
Home > Environment > Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione...

Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione...

Date post: 28-Nov-2014
Category:
Upload: area-science-park
View: 180 times
Download: 2 times
Share this document with a friend
Description:
Workshop Life Cycle Assessment e appalti verdi, settembre 2014
of 44 /44
Life Cycle Assessment e appalti verdi: quadro normativo e opportunità per imprese e PA UDINE, 16 SETTEMBRE 2014
Transcript
Page 1: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Life Cycle Assessment e appalti verdi:

quadro normativo e

opportunità per imprese e PA

UDINE, 16 SETTEMBRE 2014

Page 2: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

DEFINIZIONE DEI CRITERI AMBIENTALI MINIMI (CAM) PER LA COSTRUZIONE E LA

MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI

PIANO DI AZIONE NAZIONALE PER IL GPP

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 3: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

GPP-definizione3

Adottare una politica di Green Public Procurement o GPP, AcquistiPubblici Verdi, significa integrare considerazioni di carattere ambientalenei processi d’acquisto delle pubbliche amministrazioni.

COM 400 2008- Appalti pubblici per un ambiente migliore:� “un processo mediante cui le pubbliche amministrazioni

cercano di ottenere beni, servizi e opere con un impattoambientale ridotto per l’intero ciclo di vita rispetto a beni,servizi e opere con la stessa funzione primaria ma oggettodi una procedura di appalto diversa.”

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 4: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

GPP: Origini

4

Dagli anni ’90 con Il Libro Verde “Gli appalti pubblici nell’UnioneEuropea ” del 1996 la Commissione europea ha progressivamenteaumentato la propria attenzione verso lo strumento del GPP. (capitolo“appalti pubblici e ambiente)

COM (2003) 302 “Politica integrata dei Prodotti – sviluppare il concetto diciclo di vita ambientale”)

La Comunicazione COM(2008) 397 del 16 giugno 2008 relativa al “Pianod'azione europeo sul consumo e sulla produzione sostenibili e sullapolitica industriale sostenibile (SCP/SIP)” individuava tra gli strumentifondamentali il GPP, proponendo come obiettivo da conseguire entro il2010, il 50% di acquisti “verdi”.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 5: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Le potenzialità del GPP5

� favorisce la diffusione di modelli di consumo e di acquisto sostenibili

� favorisce la razionalizzazione della spesa pubblica, � favorisce l’integrazione delle considerazioni ambientali

nelle altre politiche dell’ente� stimola le imprese a investire in R&S e a proporre

soluzioni ecoinnovative� Riduce gli impatti ambientali dei consumi� Favorisce il controllo degli aspetti sociali lungo la filiera

produttiva

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 6: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Piano d’azione per il GPP-presupposti giuridici

6

Legge finanziaria 2007 (l. 296 del 27 dicembre 2006, art. 1 comma 1126,1127,1128).

Codice dei contratti pubblici (c.d. Codice De Lise) decreto legislativo 12aprile 2006 n. 163, "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi eforniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE".

Art. 2 comma 2: …” Il principio di economicità può esseresubordinato, entro i limiti in cui sia espressamente consentito dalle normevigenti e dal presente codice, ai criteri, previsti dal bando, ispirati aesigenze sociali, nonché alla tutela della salute e dell’ambiente e allapromozione dello sviluppo sostenibile”

Art. 68 comma 1 : “ogni qualvolta sia possibile le specifichetecniche devono essere definite in modo da tenere conto … della tutelaambientale.”

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 7: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Piano d’azione nazionale per il GPP (PAN GPP)

7

Il Piano d’Azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settoredella pubblica amministrazione (PAN GPP), è stato recepito con DecretoInterministeriale dell'11 Aprile 2008 e pubblicato sulla gazzetta ufficiale n.107 dell’8 maggio 2008 predisposto dal Ministero dell’Ambiente diconcerto con MEF, MSE, in collaborazione con Consip e sentito il pareredelle Regioni.

Tale Piano, come previsto dallo stesso, è stato aggiornato con Decreto 10aprile 2013 (G.U. n. 102 del 3 maggio 2013).

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 8: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

PAN GPP-Contenuti

8

� Obiettivi generali del Piano� Obiettivi ambientali del Piano� Categorie merceologiche di intervento� I “criteri ambientali minimi” (CAM)� Gestione del Piano e procedura di definizione

dei CAM� Le prescrizioni per gli enti pubblici� Le attività di supporto del Piano (comunicazione,

formazione, monitoraggio.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 9: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

PAN GPP-obiettivi generali

9

� Fornire un input politico nazionale alle PP.AA. e strumenti pratici chefavoriscano la diffusione del GPP.

� Diffondere una cultura dell’innovazione ambientale sul mercato, edare un segnale al sistema dell’offerta, mantenendo l’attenzione allacompetitività e alle specificità del tessuto produttivo italiano.

� Rispondere alle sfide globali della sostenibilità ambientale e agliimpegni presi a livello nazionale e internazionale (kyoto, rifiuti,sostanze chimiche).

� Modificare l’attitudine del “purchasing as usual”.

� Diffondere l’approccio del“Life Cycle Costing” (LCC) e del Life CycleThinking (“dalla Culla alla Tomba”).

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 10: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

PAN GPP-Obiettivi ambientali

10

�Efficienza e risparmio nell’uso delle risorse, inparticolare dell’energia e conseguente riduzione delleemissioni di CO2.

�Riduzione dell’uso di sostanze pericolose.�Riduzione della quantità di rifiuti prodotti.

L’obiettivo nazionale è quello di raggiungere entro il 2014 un livellodi appalti verdi, ovvero conformi ai Criteri Ambientali Minimi (CAM),non inferiore al 50% sul totale degli appalti stipulati per ciascunacategoria di affidamenti e forniture.La percentuale è considerata sia sulla base del numero che del valoretotale degli stessi.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 11: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

PAN GPP: le categorie merceologiche

11

•arredi (mobili per ufficio, arredi scolastici, arredi per sale archiviazione e sale lettura)

•edilizia (costruzioni e ristrutturazioni di edifici con particolare attenzione ai materiali da

costruzione e la manutenzione delle strade)

•gestione dei rifiuti (criteri per la gestione delle attività di raccolta e smaltimento, degli

impianti, caratteristiche dei macchinari)

•servizi urbani e al territorio (gestione del verde pubblico, arredo urbano )

•servizi energetici (illuminazione, climatizzazione degli edifici, illuminazione pubblica e

segnaletica luminosa)

•elettronica (attrezzature elettriche ed elettroniche d’ufficio e relativi materiali di

consumo, apparati di telecomunicazione)

•prodotti tessili e calzature•cancelleria (carta e materiali di consumo)

•ristorazione (servizio mensa e forniture alimenti)

•servizi di gestione degli edifici (servizi di pulizia e materiali per l’igiene)

•trasporti (mezzi e servizi di trasporto, sistemi di mobilità sostenibile)

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 12: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

I criteri ambientali minimi (CAM)

12

I “Criteri Ambientali Minimi” rappresentano le “misure volte all’integrazionedelle esigenze di sostenibilità ambientale nelle procedure d’acquisto dibeni e servizi delle amministrazioni competenti”.

Tali criteri si definiscono “ minimi ” in quanto sono requisiti di base,superiori alle previsioni di legge , per qualificare gli acquisti preferibilidal punto di vista della sostenibilità.Essi sono collegati alle diverse fasi della procedura di acquisto e scelti inmodo da garantire una sufficiente disponibilità sul mercato nazionale.

Sono indicazioni e prescrizioni specifiche di carattere tecnico (prestazioni,requisiti funzionali specifici), che saranno utilizzati nella definizione deibandi di gara e nelle procedure d’acquisto (specifiche tecniche, punteggipremianti, condizioni di esecuzione del contratto, requisiti di qualificazionedel prodotto)

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 13: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

PAN GPP: elaborazione dei CAM13

� Elaborati dal Ministero all’interno delComitato di gestione del PAN GPP

� Confrontati con gli operatori economici,tramite le associazioni di categoria,nel’ambito di Tavoli di lavoro specifici percategoria di prodotto.

� Adottati con Decreto del Ministrodell’ambiente

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 14: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

I contenuti dei CAM

14

�Premessa per impostare le analisi dei fabbisogni,indicazioni sul corretto uso dei prodotti.

�Considerazioni ambientali collegate alle varie fasi didefinizione della procedura d’appalto in termini di:

�Prestazioni (p.e. efficienza energetica)�Caratteristiche dei materiali o del processoproduttivo�Requisiti di eco design (compreso il packaging)�Prescrizioni per l’esecuzione del contratto

�Metodi e documentazione di prova

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 15: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

15

Strumenti conoscitivi dei CAM

� Normativa di settore

� Toolkit europei per il GPP

� Etichette ambientali (ISO Tipo I, disciplinate dalla Norma ISO14024, es. EU Eco-label)

� Autodichiarazioni ambientali (ISO Tipo II, disciplinate dallaNorma ISO 14021, es. Mobius loop, Energy Star)

� Dichiarazioni Ambientali di Prodotto (ISO Tipo III, disciplinatedalla Norma ISO 14025)

� Marchi ed etichettature obbligatori (es. etichettature di risparmioenergetico (classe energetica degli elettrodomestici), etichettaturadelle sostanze pericolose.

� Certificazioni di sistemi di gestione ambientale di attività e serviziinfluenti sulle caratteristiche del prodotto acquistato (es.certificazioni di gestione ambientale delle foreste, come FSC ePEFC)

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 16: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

La guida sui criteri sociali16

Con DM 6 giugno 2012 (G.U. n. 159 del 10 luglio 2012) èstata formalmente approvata la “Guida per l’integrazionedegli aspetti sociali negli appalti pubblici” finalizzata agarantire un lavoro dignitoso nelle catene di fornitura dellaPubblica Amministrazione.

OBIETTIVO: verificare il rispetto delle otto Convenzionifondamentali dell’ILO e delle Convenzioni ILO che fannoriferimento al concetto di lavoro dignitoso nelle catene difornitura delle commesse pubbliche.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 17: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

La struttura dei CAM17

1. Indicazioni generali ● Riferimenti normativi● Criterio dell’offerta “economicamente più vantaggios a● Analisi e riduzione dei fabbisogni

2. I criteri ambientalia. Oggetto dell’appaltob. Selezione candidatic. Specifiche tecniched. Criteri premiantie. Condizioni di esecuzione dell’appalto” o “clausole

contrattuali”

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 18: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Criteri di selezione18

� I criteri di selezione si concentrano sul possessoda parte dell’offerente, della capacità el’esperienza necessaria a garantire una gestione abasso impatto ambientale del servizio e lacompetenza nella realizzazione di un progettosostenibile.

� In questa parte è già possibile tener conto diconsiderazioni di carattere sociale.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 19: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Specifiche tecniche19

Le specifiche tecniche devono fornire i requisiti misurabili everificabili rispetto al quale le offerte possono essere valutate.Essi sono legati alle caratteristiche del prodotto/servizio, allaprogettazione, alle prestazioni complessive e alle prestazionidi alcuni componenti.Nelle nuove proposte di Direttive sugli appalti pubblici è chiaramenteespressa la possibilità per le stazioni appaltanti di imporre un etichettaturaspecifica.

“Le amministrazioni aggiudicatrici che intendono acquistare lavori, forniture o servizicon specifiche caratteristiche ambientali, sociali o di al tro tipo, possono imporre nellespecifiche tecniche, nei criteri di aggiudicazione o nelle condizioni relativeall'esecuzione dell'appalto, un'etichettatura specific a come mezzo di prova che ilavori, le forniture o i servizi corrispondono alle caratteristiche richieste”.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 20: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Criteri premianti

20

� I criteri premianti mirano a stimolare una maggioreefficienza ambientale. Ad esempio criteri per promuoverel'innovazione per prodotti che forniscono ulteriori o piùelevate prestazioni rispetto alle specifiche tecniche.

� I criteri premianti, favorendo tecnologie innovative,possono dare un segnale importante al mercato e aiproduttori sugli investimenti futuri.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 21: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Clausole contrattuali21

� Questa parte può includere criteri relativi la gestionedei rifiuti, garanzie, piani di formazione edinformazione e, a seconda del tipo di contratto,criteri per la gestione e la manutenzione.

� Questa è anche la parte dove possono essere applicatigli strumenti per consentire il controllo degli aspettisociali.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 22: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Verifiche22

� Per ogni criterio ambientale sono indicate le modalità diverifica della conformità ovvero:

� la documentazione che l’offerente, l’aggiudicatarioprovvisorio o il fornitore è tenuto a presentare percomprovare la conformità al requisito.

� i mezzi di presunzione di conformità che la stazioneappaltante può accettare al posto degli altri mezzi di prova.

� Nel caso delle condizioni di esecuzione/clausolecontrattuali, che prevedono l’impegno dell’appaltatore adeffettuare determinate azioni durante lo svolgimento delcontratto, è richiesta una dichiarazione del legalerappresentante dell’offerente, resa nelle forme appropriate.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 23: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

I CAM pubblicati23

�Arredi; tessili, (DM 25/2/2011)�Ristorazione collettiva; serramenti esterni (DM 25/7/2011)�Servizi energetici per gli edifici, (DM 7/3/2012 ) �Acquisizione veicoli per il trasporto su strada, (DM 8/5/2012) �Servizi e prodotti di pulizia (DM 24/5/2012) � Guida per l’integrazione dei criteri sociali negli appalti pubblici (DM 6/6/2012)�Revisione carta per copie (DM 4/4/2013)�Servizio verde pubblico; IT (DM 13/12/2013)�Revisione Illuminazione pubblica (DM 23/12.2013)�Servizio Rifiuti urbani; cartucce per stampanti (DM 13/2/2014)

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 24: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Il monitoraggio

� Protocollo di intesa con AVCP, in via di perfezionamento(non vi sono ancora dati utilizzabili per tutte le categorie diprodotto)

� Dati Consip confermano la quasi completa rispondenza aiCAM degli acquisti per alcune categorie di prodotti (IT inparticolare) meno chiara la situazione per altre categorie diprodotti

� Si hanno comunque dati di tendenza che mostrano unprogressivo aumento dell’attenzione dei produttori al GPP

24

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 25: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

L’importanza dei CAM edilizia25

Per contenere entro i 2ºCil riscaldamento globaleprodotto dal cambiamento climatico, il Consiglioeuropeo ha riconfermato nel febbraio 2011 l'obiettivodell'UE di ridurre le emissioni di gas serra dell'80-95% entro il 2050 rispetto al 1990.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 26: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

L’importanza dei CAM edilizia26

� Gli impatti ambientali nei paesi UE STUDIO JRC-IPTS 2008

� Cibi e bevande 31%

� Edilizia 23,6%

� Trasporti 18,5%

� Altri settori 26,9%

� Alti margini di miglioramento

� Importanza rispetto agli obiettivi strategici della politica ambientale nazionale

� Effetti positivi sull’occupazione e l’economia

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 27: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

L’importanza dei CAM edilizia27

Uso delle risorse del settore edile

� 40% degli usi finali di energia

� 35% delle emissioni di gas serra

� 50% del totale dei materiali estratti

� 30% del consumo di acqua

� 33% del totale della produzione di rifiuti

In Italia vi sono amplissimi margini di miglioramentodell’efficienza energetica giacché solo il 2% degli edificiappartiene a classi energetiche migliori della C e inmedia il consumo è superiore 170 kWh/mq/anno

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 28: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Norme UE28

Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia che,facendo seguito alla Direttiva 2002/91/CE sul rendimento energeticonell’edilizia, stabilisce che entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici dinuova costruzione siano edifici a energia quasi zero e che a partiredal 31 dicembre 2018 gli edifici di nuova costruzione occupati da entipubblici e di proprietà di questi ultimi siano edifici a energia quasizero .

COM (2011) 11 Una tabella di marcia verso un’economia competitiva e abasse emissioni di carbonio, che fissa al 40% l’obiettivo di riduzionedei gas climalteranti al 2030 per arrivare all’80% al 2050. In talecomunicazione è indicato che il settore delle costruzioni dovrebbecontribuire per il 90% al 2050

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 29: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Norme UE29

La Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica impone,già a decorrere dal 1 gennaio 2014, che “il 3% dellasuperficie degli edifici di proprietà del governo sianocentrale e da esso occupati sia ristrutturata ogni anno perrispettare “almeno i requisiti minimi di prestazioneenergetica” definiti dalla direttiva sulla prestazioneenergetica nell’edilizia, ovvero quei requisiti diprestazione energetica “ottimali in funzione dei costi tragli investimenti necessari e i risparmi energetici realizzatinel ciclo di vita di un edificio.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 30: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Norme nazionali30

DECRETO-LEGGE 7 maggio 2012, n. 52 (Legge di conversione 6 luglio 2012, n. 94 ).

Le nuove norme, contenute in 16 articoli, riguardano l'acquisto di beni e servizi e l'aggiudicazione diappalti secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Le amministrazioni pubblicheentro 24 mesi dall'adozione del provvedimento saranno inoltre obbligate al contenimento dei consumidi energia e all'efficientamento degli usi finali della stessa.

Art. 14 Misure in tema di riduzione dei consumi di energia e di efficientamentodegli usi finali dell'energia.

1. Le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo2001, n. 165, entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sulla base delleindicazioni fornite dall'Agenzia del demanio, adottano misure finalizzate al contenimentodei consumi di energia e all'efficientamento degli usi finali della stessa, ancheattraverso il ricorso ai contratti di servizio energia di cui al decreto del Presidente dellaRepubblica 26 agosto 1993, n. 412, e al decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 115.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 31: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Norme nazionali31

DECRETO LEGISLATIVO 4 luglio 2014, n. 102

Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, che

modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive

2004/8/CE e 2006/32/CE. (GU n.165 del 18-7-2014).

Il decreto stabilisce un quadro di misure per la promozione e ilmiglioramento dell'efficienza energetica che concorrono alconseguimento dell'obiettivo nazionale di risparmio energetico (20 milioni ditonnellate equivalenti di petrolio dei consumi di energia primaria ). Dettainoltre norme finalizzate a rimuovere gli ostacoli sul mercatodell'energia e a superare le carenze del mercato che frenano l'efficienza nellafornitura e negli usi finali dell'energia.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 32: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

IPOTESI DI LAVORO. Questioni generali 32

� Criteri per tutti gli edifici (Il GPP toolkit europeoprevede al momento solo gli edifici per uffici).

� Un approccio che abbia come obiettivo l’edificio nelsuo complesso, e non i singoli componenti (ciò nontoglie la possibilità di sviluppare criteri per alcuni diessi).

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 33: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

IPOTESI DI LAVORO. Questioni generali 33

�Un primo criterio di valore generale:

evitare il consumo di nuovo suolo, evitando, sepossibile, la costruzione di nuovi edifici, e puntandoalla ristrutturazione e la ricostruzione di quelliesistenti.

� Elemento centrale deve essere una impostazionebasata sul concetto di LCA

� E’ importante una la logica LCC per tutte leconsiderazioni finanziarie (prezzo d’acquisto o costocomplessivo?)

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 34: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

IPOTESI DI LAVORO. Temi ambientali34

I CAM devono riguardare le fasi di progettazione, costruzione, uso e fine vita dell’edificio e dei suoi componenti, e dovrebbero essere riferiti ai seguenti temi ambientali:

� Consumo di energia,

� L'uso di fonti energetiche rinnovabili;

� Gestione dei rifiuti

� Gestione delle acque

� La tutela del territorio

� Benessere degli utenti

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 35: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Gli impatti su cui agire35

� il consumo di energia per la produzione dicomponenti, per la fase di costruzione, per la fased’uso e per il fine vita.

� l’uso di componenti e materiali pericolosi.

� Il consumo di acqua e di altre risorse naturali.

� la generazione di rifiuti in tutte le fasi della vitadell'edificio (in particolare riduzione e riutilizzo)

� altri impatti relativi alla qualità dell'aria interna e ilcomfort degli occupanti.

� Gli impatti sul territorio.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 36: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

I principali risultati attesi36

� elevati standard di efficienza energetica con basseemissioni di gas serra.

� limitato uso o assenza di componenti pericolosi.� Migliore gestione dei rifiuti attraverso: l’utilizzo di

prodotti ad alto contenuto di materiale riciclato; ilriutilizzo dei materiali da costruzione; migliore gestionedel cantiere; facilità di disassemblaggio; facilità diaccesso per la manutenzione; migliore gestione dei RSU)

� utilizzo di risorse in modo sostenibile, p.es tecnologie peril risparmio d'acqua.

� Edifici con un minor impatto complessivo sulla salutedelle persone e sul territorio.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 37: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Organizzazione dei CAM37

Quattro sezioni principali

� “la selezione dei candidati”

� “le specifiche tecniche di base”

� “i criteri premianti”

� “le condizioni di esecuzione dell’appalto” o “clausole contrattuali”

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 38: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

CRITERI DI SELEZIONE38

� I criteri di selezione si concentrano sul possesso daparte dell’offerente, della capacità e l’esperienzanecessaria a garantire una gestione ambientalmenteoculata del cantiere e la competenza nellarealizzazione di un progetto dell'edilizia

� In questa parte è possibile è già possibile tener contodi considerazioni di carattere sociale.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 39: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

SPECIFICHE TECNICHE39

� le specifiche tecniche devono fornire i requisiti misurabili e verificabilirispetto al quale le offerte possono essere valutate. Essi sono legati allecaratteristiche dell’edificio, alla progettazione, alle prestazionicomplessive e alle prestazioni di alcuni componenti.

� I materiali da costruzione o gli impianti devono essere selezionati inmodo da concorrere alle prestazioni ambientali complessivedell'edificio.

� La valutazione delle prestazioni ambientali deve essere effettuatasecondo la metodologia LCA. Se disponibili, i risultati delle prestazioniambientali dell'edificio dovrebbero essere paragonate a quella di unedificio di riferimento.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 40: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

SPECIFICHE TECNICHE: ALCUNE AREE DI

INTERESSE40

� Energia: rendimento minimo energetico;l'installazione di sistemi di monitoraggio; corsi diformazione per i gestori di edifici per ufficio;installazione di fonti energetiche rinnovabili ecc.

� Materiali: Uso di materiali da costruzione eprodotti che rispettano determinati criteri ambientali(conformità con etichette ambientali di tipo I, o conaltri standard di certificazione) ecc.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 41: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Criteri premianti: esempi41

� I criteri premianti mirano a stimolare una maggioreefficienza ambientale. Ad esempio criteri perpromuovere l'innovazione nelle tecnologie installatenell’edificio (servizi innovativi di edilizia ad altaefficienza energetica) o che forniscono ulteriori o piùelevate prestazioni rispetto alle specifiche tecniche(es. maggior rendimento energetico dell'edificiorispetto a quanto previsto nelle specifiche tecniche).

� I criteri premianti, favorendo tecnologie innovative,possono dare un segnale importante al mercato e aiproduttori sugli investimenti futuri.

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 42: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Clausole contrattuali

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Sez. Certificazione ambientale

42

� Questa parte può includere criteri relativi la gestionedei rifiuti in cantiere, garanzie, piani di formazioneed informazione e, a seconda del tipo di contratto,criteri per la gestione successiva dell’edificio o deisuoi impianti.

� Questa è anche la parte dove possono essere applicatigli strumenti per consentire il controllo degli aspettisociali.

Page 43: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Proposta di lavoro43

� Sottogruppi�Progettazione, materiali ed impianti

�Normativa e strumenti di certificazione

● Incontri tematici�Seminario sugli schemi di certificazione

� Tempi� Già diffuse due bozze di lavoro, ricevuti molti contributi.

� A settembre 2014 riunione GdL Edilizia

� Decreto entro 2014

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi

Page 44: Piano di azione nazionale per gli appalti verdi: criteri ambientali minimi (CAM) per la costruzione e manutenzione degli edifici

Grazie per l’attenzione

Sergio Saporetti: [email protected]

Per maggiori informazioni consultare la sezione “GPP-Acquisti verdi” nella sezione “argomenti”alla pagina

www.minambiente.it

Link diretto: http://www.minambiente.it/home_it/menu.html?mp=/menu/menu_attivita/

&m=Acquisti_Verdi.html&lang=it

44

MATTM Direzione Valutazioni ambientali - Div. V - Certificazione ambientale, prodotti chimici e acquisti pubblici verdi


Recommended