Home >Documents >Supporti Pubblicitari

Supporti Pubblicitari

Date post:10-Mar-2016
Category:
View:220 times
Download:1 times
Share this document with a friend
Description:
Supporti pubblicitari per le Autostrade italiane
Transcript:
  • SUPPORTI PUBBLICITARI PER LE AUTOSTRADE ITALIANE

    Progetto di Paolo Casti

  • SUPPORTI PUBBLICITARI PER LE AUTOSTRADE ITALIANE

    Progetto di Paolo Casti

    Joint: 6x3, 3x6, Touring, Twin, OClock, Tower 33Road ShowStand UpFSU

  • Questo documento riproduce progetti originali.

    La Jolly Pubblicit Spa e lautore diffidano la riproduzione anche parziale dei contenuti di questa

    pubblicazione richiamandosi alle norme vigenti sui diritti dautore.

  • "Joint"

    Joint un supporto pubblicitario che consente di tensionare teli di grandi dimensioni.

    Questa funzionalit rappresenta di per s un elemento innovativo rivoluzionario perquesto tipo di supporti.

    Lintenzione progettuale stata quella di ottenere un impianto di un valore esteticoanche nella vista dal retro.

    Formalmente costituito da un palo composto e da una "forcella" arcuata.

    3

  • 4Limmagine sospesa

    Lidea sviluppa larchetipo intuitivo della comunicazione esterna e cio quella disospendere limmagine nel vuoto priva di cornici e di supporto.Joint si avvicina a questa utopia proponendo un sottilissimo film privo di cornice, teso ad altezza adeguata, con un impianto molto arretrato che nella visione frontale formalmente indipendente dal telo.

  • JOINT 6x3 - Vista frontale

  • 6Occorre superare lasse visivo dellimmagine per accorgersi delle modalit dicollegamento tra le due entit.

  • JOINT 6x3 - Vista laterale

  • 8Il tenditelo

    Joint propone una nuova estetica tutta finalizzata a rendere evidente la funzione fisicadel TENDITELO.

    Elementare nelle forme, questa forcella in acciaio distanzia e trattiene i due PETTINIsui quali ruota il TELO trattenuti dal profilo in alluminio intorno al quale si avvolgono.

    Solido e baonato il palo raggiunge il FULCRO di questo sistema copiando neimateriali la forcella ed introducendo il linguaggio delle forme tonde con una semisfera(segreto rimando alla possibile rotazione) collegata ad un palo di notevoli dimensioniche si raccorda al suolo con una grande sfera affogata per met.

  • JOINT 6x3 - Vista dal retro

  • 10

    La rotazione del pannello

    Palo e forcella sono congiunti da uno snodo che consente al pannello di ruotare e dicompiere unevoluzione di 90.

    Con questa rotazione il pannello potr assumere indifferentemente la posizioneorizzontale o quella verticale a seconda del tipo di impiego o in rapporto agli ingombripraticabili.

  • JOINT 3x6 - Vista dal retro

  • 12

    La versione verticale

    L inedita versione verticale avvantaggia questo impianto nellutilizzo di immaginiderivate dalla "stampa" che spesso non riescono a declinare "la creativit" nella formaorizzontale.

    In termini dingombro al suolo limpianto risulta dimezzato e quindi facilmenteinseribile nelle condizioni pi difficili accrescendo limpatto visivo di molti soggetticreativi.

  • JOINT 3x6 - Scorcio frontale

  • 14

    Forme famigliari e riconoscibili

    Il design di Joint allude a forme ed a superfici che normalmente si incontrano in altrioggetti molto pi piccoli, manipolabili, gestibili, ergonomici.Si tratta di allusioni a linguaggi formali con linee, colori e superifici inattesi nelcontesto autostradale.

    Forme quindi famigliari e riconoscibili ma nuove nel contesto delloutdoor.

  • JOINT 3x6 - Vista dallalto

  • Lo snodo

    Linedito innesto a terra del palo oltre a individuare senza equivoco la matrice delladenominazione di questo manufatto (SNODO inglese JOINT) ben si raccorda a quellasorta di tronco a met tra lartificiale ed il naturale.La sua baonatura marca la differenza formale con il cartello ancora pi indipendentedal supporto.

    16

  • JOINT 3x6 - Vista dal retro

  • Il telo

    Lutilizzo del telo in luogo della carta o dei pannelli metallici garantisce una velocit diesecuzione delle sostituzioni ed una qualit estetica dellimmagine inarrivabile daqualsiasi altra installazione.

    18

  • JOINT 3x6 - Vista laterale

  • 20

    Il carter

    Il carter di questa porzione del manufatto realizzato in materiale plastico. Cos possibile ottenere una superficie simile a quella di un joystik cheammorbidisce limponenza di questo elemento evocando un immaginario menocrudo di quello proposto in impianti simili, troppo severi e spesso invasivi.

  • JOINT 3x6 - Vista dal retro

  • 22

    Le luci

    Per evitare ombre e riflessioni ma soprattutto per azzerare il rischio di abbagliamenti,i corpi illuminanti sono stati posti al suolo.

  • JOINT 3x6 - Vista dallalto

  • In questo modo oltre a non interferire nellestetica nitida dellimpianto sono facilmenteraggiungibili in caso di manuntenzione.

    24

  • JOINT 6x3 - Vista notturna

  • 26

    Sul filo della strada

    La flessibilit di JOINT ancora pi evidente in questo utilizzo a Filo strada.Lorientabilit del cartello funziona in questo caso da compensatore dellinclinazionedel palo che in questa spettacolare forma dimpiego inclinato anche lateralmenteper suggerire a chi percorre lautostrada la forma familiare dello specchiettoretrovisore destro.

    Per aumentare la resistenza al vento, pu essere utilizzato un foglio di alluminiotesato sui lati maggiori.Sulla sottile lamiera verr appiccicato un pvc adesivo stampato ad alta definizione.

  • JOINT TOURING - Vista frontale

  • 28

    La sicurezza

    La flessibilit del giunto e la possibilit di rotazione della porzione alta del palogarantiscono nel caso di impatto accidentale del cartello una scarsa resistenzaallurto.

  • JOINT TOURING - Vista laterale

  • 30

    Il Twin

    Il Twin estende le potenzialit di Joint ad un formato che ci diventer famigliare,ovvero al 12x3. questo un formato molto ricercato soprattutto dai creativi che a questo sviluppomolto allungato possono attribuire valenze comunicative di grande impatto.

  • JOINT TWIN - Vista frontale

  • 32

    La bella coppia

    La congiunzione dei due pali che lo compongono e lavvicinamento dei bulbinellinnesto al suolo, oltre ad aumentare la resistenza statica e semplificare il sistemadi fondazione che pur ingrandito rispetto al modello singolo rimane unico, determinaunestetica tutta nuova interpretando laccoppiamento dei due supporti in manieratanto inaspettata quanto semplice.

  • JOINT TWIN - Vista dal retro

  • 34

    I due snodi a terra si sfiorano ed i pali raggiungono il centro della propria crocera, protendendosi con uno sbraccio scomposto nelle due direttrici di oltre settemetri.

    Queste due azioni formali definiscono una linea estetica al Twin distinta dai modellimonopalo.

  • JOINT TWIN - Scorcio dal retro

  • 36

    Lorologio

    Evidente declinazione di Joint, la versione con orologio esplora la possibilit dicollegare formalmente i supporti per la pubblicit tabellare a quelli destinati ad altriutilizzi.

  • JOINT OCLOCK - Scorcio frontale

  • Un orologio firmato fortemente riconoscibile e riconducibile ai modellicommercializzati, installato alla sommit del palo di Joint, rappresenta una formapubblicitaria discreta e funzionale al servizio autostradale che pu trarre un doppiovantaggio da questo tipo di installazioni.

    38

  • JOINT OCLOCK - Vista frontale

  • La semplicit del cambio della parte aerea del manufatto, rende ancora pi flessibilela tipologia di impiego di questo genere di prodotti destinati normalmente ad occuparequello spazio per periodi molto lunghi.

    40

  • JOINT OCLOCK - Vista laterale

  • La torre orologio

    La torre orologio propone un nuovo concetto di coniugazione tra servizi allutenza ecomunicazione pubblicitaria.Un arco teso e stretto consente il tensionamento di un telo lungo 33m e largo pocomeno di 5m sui due lati paralleli di questo elemento strutturale progettato per elevarea pi di 10m il dispositivo tecnologico di un orologio e di un termometro digitale concifre alte quasi un metro.

    42

  • TOWER 33- Vista dallalto

  • Immagini efficaci

    evidente che gli elementi grafici fondamentali delle immagini pubblicitarie poste suquesta torre per rispettare il codice della strada, per essere efficaci e godibili daqualche decina di metri devono occupare soprattutto i due terzi in basso dello spaziodisponibile riservando alla porzione in alto lestensione del fondo che privo di corniceproprio sulla sommit destinata a slanciare ancora di pi il formato gi moltoverticalizzato.

    44

  • TOWER 33 - Vista frontale

  • La torre faro

    La torre faro identica alla torre orologio nelle forme inventa una funzione tutta nuovamutuando la tradizione marinara.Due sottili raggi di luce segnano due linee nel cielo sopra la torre.Il faro indica la posizione dellarea di servizio senza abbagliare e senza distrarre.

    46

  • TOWER 33 - Vista dallalto

  • Road Show

    Road Show un supporto pubblicitario studiato per affrontare con efficacia le iniziativedi comunicazione legate al mondo dellauto.Evidentemente gli ingombri ne limitano lutilizzo alle aree molto grandi dovecomunque riuscir a conquistare attenzione e curiosit.Il Road Show una pedana calpestabile piegata a met per consentire lelevazione diautomobili altrimenti non riconoscibili o distinguibili appoggiate per terra.La decorabilit delle superfici rinvia ad una flessibilit del progetto grafico talmenteampia da consentire livelli di personalizzazione impraticabili con la stessa semplicitdintervento.

    48

  • ROAD SHOW - Vista frontale

  • Il posizionamento della vettura

    Portando la porzione inclinata della piattaforma a livello del suolo, possibile svolgerein tutta sicurezza tutte le operazioni di posizionamento, di fissaggio ed eventualmentedi pulizia della vettura esposta.Il dimensionamento statico e la robustezza dei materiali consentono a questosupporto pubblicitario di ospitare vetture di ogni dimensione e peso.

    50

  • ROAD SHOW - Vista dallalto

  • Stand Up

    Diritto e solido, lo Stand Up si propone come soluzione alternativa in termini diformato e di ingombro al suolo della linea Joint.Bombata e stabile la base riprende linee e materiali dei supporti pi grandi.

    52

  • STAND UP - Vista dallalto

  • Vari livelli di informazione

    La superficie espositiva invece si stacca dal resto proponendo due facce moltoverticali, adatte a contenere vari livelli di informazioni anche istituzionali.Essenziale nelle forme e facile da collocare, Stand Up progettato per avvicinarsiagli edifici ed ai servizi con discrezione per porgere la dove occorrono informazioni econsigli.

    54

  • STAND UP - Vista frontale

  • FSU

    La linea dei supporti per la pubblicit di piccolo formato proposti da Jolly si propone diintegrare le aree di pertinenza autostradali con una serie di oggetti ad elevatocontenuto di design.

    Limpianto principale di questa linea denominato FSU (free standing units).

    Si tratta di un manufatto composto da un piede bombato ed armonico nelle forme e dauna sottile lastra autoportante con un profilo perimetrale arrotondato che, oltre aconferire allFSU una sagoma originale e sinuosa, distingue inequivocabilmente gliimpianti destinati ad ospitare manifesti cartacei standard da quelli stampati su pvcadesivo.

    Il punto di vista pi suggestivo di questo impianto ovviamente il profilo che azzeralimpatto del pannello riducendo lingombro ottico a una sottile linea.

    56

  • FSU

  • La localizzazione dell FSU deve assecondare la natura di un impianto creato perincontrare face to face lutenza delle aree di servizio.

    Il rapporto face to face con il pubblico rende le immagini particolarmente accattivantie suggestive, soprattutto nelle ore notturne quando limpianto illuminante postoallinterno dello scatolato esalta il colore dei manifesti ed impreziosisce le superfici deicristalli.

    Per questo esso va posizionato lungo i percorsi pedonali che portano dal park alristorante e viceversa.

    Possibilmente per alleggerire limpatto al suolo dovrebbe essere posto in coincidenzadel tappeto erboso.

    58

  • FSU

of 62/62
SUPPORTI PUBBLICITARI PER LE AUTOSTRADE ITALIANE Progetto di Paolo Casti
Embed Size (px)
Recommended